faq

FAQ

E’ stata istituita un' Area riservata agli iscritti nella quale è possibile consultare, modificare i propri dati e visualizzare lo stato di lavorazione delle sovvenzioni richieste. Si può telefonare al numero 065914429, tutti i giorni lavorativi dalle ore 11,00 alle ore 13,00 o altresì chiedere informazioni via fax al numero 065413684. Si ricorda che a causa dell'elevato numero di istanze pervenute, si danno informazioni sullo stato di lavorazione delle pratiche solo dopo 90 giorni dalla data di trasmissione dell’istanza al Fondo.
L'elenco completo delle FAQ è disponibile nella sezione Area riservata del Fondo di Previdenza.
Si accede tramite la sezione Area riservata presente nella homapage del sito internet del Fondo di Previdenza per il personale del Ministero dell'Economia e delle Finanze.
All'interno della sezione Area riservata, cliccare su "Richiedi la password di accesso", inserire il proprio codice fiscale, cliccare sul tasto continua, e in automatico sarà recapitata una mail con la password sulla casella di posta elettronica istituzionale o personale.
Una volta eseguita la procedura per la richiesta della nuova password di accesso all'area riservata è possibile che il proprio indirizzo e-mail non sia corretto.
Per modificarlo cliccare su " Clicca qui se il tuo indirizzo email non è corretto."
Inserire il proprio Codice Fiscalel'indirizzo di posta elettronica corretto, confermarlo, e cliccare sul tastoRegistrati. Adesso sarà possibile richiedere una nuova password di accesso all'area riservata che sarà recapitata all'indirizzo di posta elettronica indicato.
In tale situazione l’iscritto dovrà compilare l’apposito modello presente sul sito nella sezione Modulistica, (Modello E – autocertificazione in caso di prima istanza di sovvenzione), facendo presente tale circostanza ed allegare, oltre alla copia del documento d’identità in corso di validità, il decreto (o il contratto) che attesti la data della riassunzione in servizio.
Possono iscriversi al Fondo di previdenza come "Nuovi iscritti" i dipendenti appartenenti ai ruoli del Ministero dell’Economia e delle Finanze, dell’Agenzia delle Entrate e del Territorio, dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, e dell'Agenzia del Demanio. Per iscriversi bisogna Scaricare il " Modello E" in formato editabile dalla sezione "Modulistica" presente nella homepage del sito internet del Fondo di previdenza, allegare una copia di un documento di identità in corso di validità ed inviare attraverso la propria posta elettronica istituzionale al seguente indirizzo e-mail: nuoviiscritti@fondoprevidenzafinanze.it
Per la risoluzione di problematiche connesse all'accesso nell'area riservata deve scrivere al seguente indirizzo di posta elettronica: area.riservata@fondoprevidenzafinanze.it, scrivendo nell'oggetto della mail "Errore di accesso". Inoltre, indicare nel testo della mail il proprio "Codice fiscale", un recapito telefonico e l'indirizzo di posta elettronica istituzionale (ad es. nome.cognome@agenziaentrate.it; …).
Nel caso in cui non abbia ricevuto la mail con il file in formato pdf, può accedere nuovamente alla sua Area riservata nella sezione Posizione e richiedere in modo autonomo l'invio della Richiesta inviata precedentemente. Si consiglia comunque di verificare sempre nella sezione Anagrafica iscritto, che il proprio indirizzo e-mail sia corretto e che la mail non sia andata a collocarsi nella cartella SPAM.
Le comunicazioni relative alla pratiche (accoglimento/rigetto/liquidazione parziale) vengono inviate nella propria Area riservata, nella sezione Posizione.
Il contributo scolastico viene concesso ai figli degli iscritti al Fondo di previdenza deceduti in attività di servizio che erano presenti nei ruoli del Ministero dell'Economia e delle Finanze, dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, dell'Agenzia delle Entrate e del Territorio e dell' Agenzia del Demanio. E' limitato ad un solo orfano per famiglia ed è concesso per la frequenza di Istituti di istruzione primaria (scuola elementare), secondaria di primo e secondo grado (scuole medie e superiori) e di Università, Scuole universitarie ed altri Istituti di istruzione superiore equiparati.
Il Modello BSO ver_23/12/2015 in formato editabile, messo a disposizione dal Fondo è reperibile nella sezione"MODULISTICA" del sito internet del Fondo di previdenza.
La domanda dovrà essere presentata dal Coniuge superstite o dal Figlio, se maggiorenne, o dal Tutore direttamente agli Uffici del Fondo, sito in Roma, Via Luigi Ziliotto 31, oppure presso l'Ufficio di appartenenza dell'iscritto o utilizzando il servizio postale.
La domanda dovrà essere presentata improrogabilmente entro il 16 maggio 2016.
Qualora non fosse possibile aumentare lo stanziamento, si provvederà a ridurre proporzionalmente l'importo della sovvenzione al fine di consentire a tutti gli aventi diritto l'erogazione del contributo.
Per le domande presentate direttamente al Fondo, la data del protocollo del Fondo.
1. per le domande presentate all'Ufficio di appartenenza dell'iscritto, la data di protocollo dell'Ufficio;
2. per le domande spedite con raccomandata postale, la data del timbro postale;
3. per le domande spedite per posta ordinaria, la data del protocollo di arrivo al Fondo.
No, l'Indicatore della Situazione Economica Equivalente ISEE 2015 (con scadenza 15 gennaio 2016),  non deve essere superiore ad euro 54.000,00.
Si, se suo figlio/figlia è al primo anno di Università dovrà indicare nella dichiarazione sostitutiva di certificazione per l'anno scolastico/accademico 2014/2015 l'ultimo anno che ha frequentato dell'istituto di istruzione di secondo grado con la denominazione, l'indirizzo e recapito e-mail, e per l'anno scolastico/accademico 2015/2016 il primo anno di corso di Laurea con la denominazione, l'indirizzo, la Facoltà ed il recapito e-mail.
No, il Contributo Scolastico spetta ai figli degli iscritti deceduti in attività di servizio, dipendenti di ruolo del Ministero dell'Economia e delle Finanze, dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, dell'Agenzia delle Entrate e del Territorio e dell' Agenzia del Demanio. 
Perché lo prevede il regolamento art. 11, punto 4 lett. b.
No, per presentare la domanda di erogazione del Contributo scolastico, relativa all'iscrizione al primo anno a corsi universitari di laurea o laurea specialistica o a ciclo unico, bisogna avere conseguito nell’anno scolastico "2014/2015" il diploma di maturità (o equivalente titolo di accesso al sistema universitario).
Il documento in corso di validità che deve essere allegato alla domanda è quello (del Coniuge superstite, o del Figlio se maggiorenne o del Tutore), che presenta la domanda per l'erogazione del contributo scolastico del figlio/a studente.
Si, la richiesta per l'erogazione del Contributo scolastico (Bando 2015), inviata con la versione del Modello BSO precedente al 23/12/2015, non è considerata valida. Pertanto, è necessario utilizzare il Modello BSO ver_23/12/2015 reperibile nella sezione MODULISTICA presente nella homepage del sito internet del Fondo di previdenza, ed effettuare una nuova spedizione della domanda entro i termini di scadenza del Bando.
La dichiarazione sostitutiva di certificazione è parte integrante del Modello BSO ver_23/12/2015 pagina 2, reperibile nella sezione MODULISTICA presente nella homepage del sito internet del Fondo di previdenza.
Le coordinate bancarie corrette possono essere comunicate inviando una mail, entro i termini di scadenza del Bando a:  sovv.orfani@fondoprevidenzafinanze.it, indicando anche le generalità dell'iscritto deceduto in attività di servizio e dello studente per cui è stato richiesto il contributo scolastico.
No, la presentazione della domanda priva di firma e data, risulta carente dei requisiti di ammissione e incompleta, quindi determina l'automatica esclusione e la mancata assegnazione del contributo.
Tuttavia, è possibile presentare nuovamente la domanda (Modello BSO_ver 23/12/2015), debitamente compilata in tutte le sue parti e firmata, entro i termini di scadenza del Bando.
No. Gli studenti che nell'anno accademico 2015/2016 hanno effettuato un cambio di facoltà anche essendo in regola con tutti gli esami non possono partecipare al bando.